d

Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem ei est. Eos ei nisl graecis, vix aperiri consequat an.

In. Fb. Tw. Be. Db. Li.

Firenze: stop alle discariche e cestini a energia solare

Annunciati dal sindaco. Raccolta differenziata al 70% entro 5 anni e guerra senza quartiere alle discariche che dovranno accogliere meno di 20 mila tonnellate di rifiuti all’anno

di Redazione

Firenze ingrana la marcia e vara una serie di progetti che la porteranno a essere sempre più amica dell’ambiente e smart. Raccolta differenziata al 70% entro il 2024, dal 56% di oggi; incremento rilevante del riciclo, che arriverà al 55%, e una guerra senza quartiere alle discariche che, entro cinque anni, dovranno accogliere meno di 20 mila tonnellate di rifiuti all’anno. È la svolta ambientale annunciata dal sindaco di Firenze, Dario Nardella.

A ottobre, ha annunciato il sindaco, partirà la rivoluzione anche in città: “Addio ai cassonetti con la chiavetta, che resterà in uso ma sarà residuale: installeremo 9 mila cassonetti ‘smart’, che si potranno controllare anche con il cellulare, e che avvisano sul riempimento, tengono traccia dei comportamenti virtuosi dei cittadini, che potranno avere dei bonus sulla Tari, e segnalano se vi sono rifiuti abbandonati”. Accanto a questa novità, proseguiranno l’installazione di cassonetti interrati, che oggi già coprono completamente “l’area Unesco” del centro e che si diffonderanno nelle aree limitrofe, e un incremento della raccolta porta a porta, in particolare per le utenze non domestiche del centro storico e per le famiglie dei territori confinanti con Comuni dove è già diffuso il porta a porta. Novità “smart” anche per i cestini dei rifiuti diffusi in città: diventeranno compattatori automatici a energia solare, consentendo di ridurre i passaggi per lo svuotamento.

Leave a Comment