d

Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem ei est. Eos ei nisl graecis, vix aperiri consequat an.

In. Fb. Tw. Be. Db. Li.
colonnine elettriche

Emilia Romagna: “Ridurre il costo delle colonnine elettriche”

L’assessore allo Sviluppo economico ha dichiarato che il governo si impegnerà a chiedere all’Authority competente di abbassare le accise delle colonnine elettriche, oggi tra le più alte d’Europa

In una risposta a Silvia Zamboni, capogruppo Europa Verde nell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Vincenzo Colla, assessore allo Sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione, ha comunicato che, in sede di Conferenza Stato-Regioni, il governo si impegnerà a chiedere all’Authority competente di abbassare le accise delle colonnine elettriche, che sono tra le più alte di Europa. L’assessore ha anche sottolineato l’importanza dell’esperienza delle community charger e l’impegno a sostenerne la diffusione nei Comuni della regione.

“Sono soddisfatta che la giunta condivida la necessità di sostenere la mobilità elettrica e la riduzione dei costi delle ricariche nelle colonnine su suolo pubblico”, ha dichiarato Silvia Zamboni. “Accolgo con soddisfazione anche la notizia dei progressi in questa direzione all’interno della Conferenza Stato-Regioni al fine di abbattere la quota delle accise. Favorire e diffondere in tutto il territorio regionale le Community charger autogestite, già presenti nei Comuni (della Provincia di Bologna) di Medicina, Argenta e Zola Predosa, è un altro contributo importante. Bisogna prevedere incentivi ai Comuni dell’Emilia-Romagna che vogliano farsi promotori di una rete pubblica di colonnine a tariffa agevolata.  Oggi chi viaggia elettrico, invece di essere premiato, è punito con tariffe maggiorate, fino a tre volte superiori rispetto a quelle domestiche: è un paradosso”.

LEGGI ANCHE  MobilitAria 2021: effetto Covid

I Verdi inoltre hanno chiesto alla giunta di impegnarsi per valorizzare e favorire la diffusione delle cosiddette “Community charger” autogestite, già presenti nei Comuni di Medicina, Argenta e Zola Predosa in Provincia di Bologna.  Si tratta di colonnine realizzate in proprio che consentono agli automobilisti di usufruire di ricariche a un costo calmierato