riforestazione urbana

Piantare 6,6 milioni di alberi per difendere la biodiversità

Progetto da 330 milioni del ministero della Transizione ecologica per il verde urbano ed extraurbano delle 14 città metropolitane italiane

Migliorare la qualità della vita e il benessere dei cittadini delle 14 città metropolitane italiane attraverso lo sviluppo di boschi urbani e periurbani, in linea con le Strategie nazionali e dell’Unione europea. È l’obiettivo del progetto per la tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, firmato dal ministero della Transizione ecologica con Ispra, Cufa, Istat e Centro interuniversitario di ricerca “Biodiversità, Servizi ecosistemi e Sostenibilità” della Sapienza di Roma.

Il progetto, del valore complessivo di circa 330 milioni di euro, prevede di piantare almeno 6,6 milioni di alberi (per 6.600 ettari di foreste urbane), individuando luoghi e quantità secondo il principio di utilizzare “l’albero giusto nel posto giusto”.

L’obiettivo è “preservare e valorizzare la naturalità diffusa, la biodiversità e i processi ecologici legati a ecosistemi pienamente funzionali”, contribuire alla diminuzione dell’inquinamento atmosferico nelle aree metropolitane e alla riduzione delle procedure di infrazione sulla qualità dell’aria. 

Il progetto punta, inoltre, al recupero dei paesaggi antropizzati, “valorizzando le aree interne in diretta relazione ecologica con le aree urbanizzate e il sistema di aree protette presenti nelle immediate vicinanze delle aree metropolitane”, nonché a porre un freno al consumo di suolo.

Le città italiane – spiega la nota del Mite – sono sempre più esposte ai problemi legati all’inquinamento atmosferico, all’impatto dei cambiamenti climatici e alla perdita di biodiversità, con evidenti effetti negativi sul benessere e sulla salute dei cittadini (oltre 65.000 morti premature all’anno in Italia solo per le particelle PM2,5). Ciò rende importante l’attuazione di misure volte alla sostenibilità ambientale e alla valorizzazione del territorio in ambito urbano.

inquinamento

Italia condannata per smog

La Corte europea di giustizia conferma: non prendiamo sul serio il problema dell’inquinamento atmosferico

Energia Rinnovabile

Più rinnovabili, meno dipendenza dal gas russo

Aie: l’energia rinnovabile è destinata a battere un altro record nel 2022, nonostante le difficoltà dovute all’aumento dei costi e ai colli di bottiglia nella catena di approvvigionamento